Birdwatching in Sardegna
tra Alghero e Bosa

Alla scoperta del grifone, l'avvoltoio della Sardegna.

Per anni a rischio di estinzione, il grifone (su entulzu per i bosani) è stato recentemente protagonista di un progetto di salvaguardia che, oltre alle tradizionali attività di conservazione, ha messo in atto un programma di ripopolamento con esemplari importati dalla Spagna. È l'unico avvoltoio, tra quelli originariamente presenti in Sardegna, ad essere sopravvissuto all'intervento dell'uomo sull'ambiente. Attualmente la popolazione di grifoni sardi è costituita da due colonie principali: quella nel territorio di Bosa (80%) e quella presente ad Alghero (20%).

Dotato di un ampia apertura alare che raggiunge i tre metri, è per questo un ottimo veleggiatore. Sfrutta infatti le correnti termiche ascensionali che gli permettono di controllare spazi vasti e aperti sempre alla ricerca di cibo. Essendo per natura necrofago e non predatore, ricopre un vero e proprio ruolo di spazzino dei pascoli. Nidifica nelle alte pareti rocciose a strapiombo sul mare o nell'entroterra tra la tipica macchia mediterranea. Durante il periodo riproduttivo, tra novembre e gennaio, è facile scorgerli impegnati in evoluzioni aeree che fanno parte del rituale dell'accoppiamento. I novanta entulzu superstiti della Sardegna fanno sovente la spola tra Capo Marargiu (una delle maggiori aree di nidificazione, dove il Comune di Bosa ha acquistato centosessantacinque ettari di terreno per realizzare un' oasi protetta) e l' altopiano di Campeda, nell'entroterra, dove facilmente trovano carcasse di bestiame bradi di cui nutrirsi.

Per effettuare un'escursione sulle tracce dei grifoni, si consiglia di rivolgersi ad Antonello Cossu (tel. 0347 5482718) e a Saverio Biddau (tel. 0347 7691333), dell' associazione Callis, guide naturalistiche del territorio di Bosa e Macomer, che da anni organizzano escursioni dedicate all'osservazione di questi uccelli, nel rispetto delle regole di discrezione necessarie alla tranquillità di questa rara specie.

Foto di Maria Luisa Fercia

Eventi in Sardegna

Da non perdere durante la tua vacanza in Sardegna

  • Ajò a Ippuntare - il vino nuovo di Usini

    Il 13 dicembre ad Usini (SS) si organizza una degustazione itinerante. A bordo del trenino Ajò o tra le stradine del centro si possono gustare i prodotti tipici e il vino nuovo, ben 17 cantine sono coinvolte nel percorso enogastronomico.
    Non mancano inoltre eventi culturali e spettacoli folkloristici.

  • Mercatino degli Artisti e Artigiani a Cagliari

    Il bellissimo mercatino si svolge ogni domenica a partire da metà ottobre fino alla fine dell'anno, sulla terrazza del Bastione di St.Remy. Tutti possono partecipare con solo 10 euro, l'iniziativa è aperta a fotografi, scultori, pittori, creatori di opere dell'ingegno di ogni genere, poeti e scrittori.

  • La notte di capodanno in Sardegna

    Per la notte di San Silvestro in Sardegna si ha l'imbarazzo della scelta. Le città di Cagliari, Olbia, Sassari e Alghero, con il suo Cap d'Any a l'Alguer, organizzano manifestazioni e festeggiamenti. Il paese di Castelsardo offre invece un'alternativa romantica al capodanno cittadino.

  • Il carnevale in Sardegna

    In Sardegna il carnevale comincia il 17 gennaio, Sant Antono Abate, e prosegue fino al mercoledì delle ceneri. Numerosi paesi, come Bosa, Lodè, Marrubiu o Iglesias, organizzano manifestazioni ricche di maschere, di carri allegorici e di piatti tipici come le zeppole o le fave con il lardo.

  • Pasqua in Sardegna

    La Pasqua in Sardegna è un momento d'incontro tra fede, tradizione e folclore poiché la celebrazione della passione e della resurrezione coincidono e si fondono con le antiche feste contadine legate al risveglio della natura primeverile. Particolarmente interessanti sono la processione dei Misteri a castelsardo, il declavament di Alghero, l'incontro fra il Cristo risorto e la Madonnna (s'iscravamentu) di Oliena.

  • Visitare le foreste della Sardegna

    L'Ente Foreste della Regione Sardegna promuove nei mesi di aprile e maggio un programma di visite alle foreste sarde. Durante i fine settimana saranno organizzate visite, escursioni e attività speleologiche. Si oganizzeranno passeggiate per tutti i gusti: da quelle naturalistiche al trecking, alle passeggiate a cavallo.

  • Comune di Silanus: sagra de su ischidu

    Il primo maggio, il comune di Silanus, in provincia di Nuoro, ospita la Sagra di su ischidu: latte fermentato di pecora o di capra, dal tipico sapore acidulo. La manifestazione si svolge nel sito archeologico, tra un nuraghe, 2 tombe dei giganti e un pozzo sacro. Degustazioni e artigianato sono al centro del programma, ma non mancano spettacoli e balli popolari.

  • Sardegna Rally Race

    Tra la fine di maggio e i primi di giugno si svolge la nuova edizione del Rally italiano. Riunisce i migliori specialisti del mondo che affrontano gli spettacolari scenari sardi. Nei 5 giorni il rally toccherà i 4 angoli della Sardegna attraversando i luoghi più belli dell'isola.

Itinerari in Sardegna

Luoghi imperdibili per la tua vacanza in Sardegna